Il nostro istituto


L'impegno per l'integrazione educativa dei minori non vedenti.

In questi ultimi vent'anni l'istituto si caratterizza come realtà che vuole proporsi come "centro risorse" capace di rispondere sul piano educativo e formativo ai bisogni dei disabili visivi e alle molteplici richieste che provengono dal mondo della scuola, dalla famiglia, dalla società.

Nell'attuale scuola, che vede ormai come dato consolidato l'inserimento degli allievi disabili, e tra questi quelli visivi, è ancora necessario proporre percorsi metodologico-didattici specifici che tengano conto della peculiarità dei bisogni formativi del cieco unitamente alla esigenza di partecipare, alla pari degli altri, allo sviluppo dei curricula formativi, professionali e culturali.

Solo con tale attenzione è possibile, a nostro parere, dare pieno significato ai valori dell'integrazione evitando vuote affermazioni di principio.

 

Consulenza Educativa

L'Istituto dei ciechi di Milano attua un servizio di consulenza tiflopedagogica a supporto dell'integrazione sociale ed educativa dei minori non vedenti e ipovedenti frequentanti le comuni istituzioni scolastiche e formative.

Obiettivo primario è quello di offrire la possibilità a tutte le componenti coinvolte nel processo educativo del minore (operatore degli asili nido, insegnanti della scuola materna, elementare, media, superiore, centri socio-educativi, tecnici ed operatori del territorio, famiglia) di conoscere e acquisire strategie, metodologie, tecniche e materiali indispensabili per garantire un positivo inserimento e una consapevole integrazione del disabile visivo.

Il servizio si differenzia in relazione alle caratteristiche dell'utenza: soggetti non vedenti e ipovedenti, soggetti con handicap aggiuntivi nella fascia d'età compresa fra 0 e 18 anni.

Durante l'anno scolastico si lavora con l'obiettivo di predisporre per ciascuna tipologia di alunni interventi mirati e specifici attraverso la stesura di un progetto educativo personalizzato. In questa ottica gli interventi di consulenza rivolti alle istituzioni educative e formative sono completati con interventi peculiari da svolgersi presso la scuola e presso i laboratori allestiti all'interno dell'Istituto.

Lo staff operativo è costituito da tiflologi, pedagogisti specializzati nel settore della minorazione visiva. Il servizio di consulenza ha in carico oltre 200 allievi, non vedenti e ipovedenti, nei diversi tipi di scuole e istituzioni educative delle province di Milano, Como, Cremona, Lodi, Varese,  Alessandria, Novara e Piacenza.

 

Centro Materiale Didattico

Il materiale didattico costituisce una delle condizioni peculiari nel processo d'integrazione e di apprendimento dell'allievo con minorazione visiva. Tale servizio è attuato attraverso il Centro Materiale Didattico.

Il supporto didattico più idoneo viene studiato dall' equipe tiflologica dell'Istituto progettato dallo specifico laboratorio elaborato e realizzato tenendo conto degli obiettivi prefissati nel progetto educativo.

Il materiale fornito dall'Istituto dei Ciechi è accompagnato da schede didattiche relative alla modalità di utilizzo e prima di essere distribuito e inserito nel catalogo, viene verificato e valutato secondo determinati criteri tiflologici.

È in rilievo, si presta alla esplorazione tattile, è graduale rispetto alle difficoltà.

 

Centro Stampa Braille e Caratteri Ingranditi

Il Centro Trascrizioni ha come compito fondamentale quello di fornire i libri di testo agli allievi disabili visivi inseriti nella scuola ed è dotato delle più moderne attrezzature informatiche e di stampa al fine di poter realizzare prodotti validi e funzionali per gli allievi.

Il testo dell'allievo disabile visivo corrisponde a quello usato dai compagni di classe e diventa strumento di forte impatto comunicativo perchè pone l'allievo che non vede nella stessa condizione apprenditiva del compagno vedente.

 

Consulenza Informatica

L'istituto nel suo insieme propone per l'area informatica, una serie di attività corsuali e seminariali orientate a soddisfare le molteplici richieste di un'utenza diversificata per età, formazione culturale e occupazione professionale. Le attività proposte sono:

  • corsi formazione e aggiornamento per personale educativo e docente che opera con bambini e ragazzi che utilizzano il PC;
  • corsi di alfabetizzazione informatica;
  • corsi di approfondimento per ragazzi delle scuole superiori;
  • corsi per il consenguimento della patente europea di informatica ECDL;
  • corsi propedeutici e avanzati per ciechi adulti;
  • corsi per personale già occupato in aziende e che intende aggiornarsi sulle nuove tecnologie;
  • corsi per studenti universitari.

Gli allievi in carico nel servizio di consulenza Tifloinformatica sono oltre 70, dalla scuola elementare alla scuola superiore. Gli utenti che hanno usufruito dei servizi del Centro Informatico, a vario titolo, sono oltre 300.

Tutto il settore rappresenta comunque una nuova frontiera, in parte esplorata, in parte ancora del tutto nuova. Se da un lato sono stati compiuti notevoli progressi per quanto concerne l'accessibilità all'ambiente windows in molte sue funzioni, dall'altro non bastano mai gli sforzi compiuti, attraverso lo studio di nuovi software, per rendere completamente fruibile la macchina da parte del non vedente.

È una nuova frontiera perchè apre nuovi spazi, per esempio per quanto concerne lo sviluppo di nuove professioni che non possono essere svolte senza l'utilizzo del computer. Nuovi spazi, ancora, sul piano della comunicazione perchè amplia a dismisura la possibilità di dare e ricevere informazioni mettendo gl'individui, disabili e non, in condizione di parità.

Collaborazione

Nel contesto dei supporti da offrire agli studenti non vedenti frequentanti l'Università, l'Istituto ha stipulato convenzioni con gli atenei proponendosi come centro specializzato per l'area informatica, l'area dell'autonomia, la fornitura di testi (Braille, ingranditi su supporto digitale). Vengono svolte attività di supporto per la conoscenza del Braille per le lingue straniere.

Il rapporto con l'Università è finalizzato ad aiutare lo studente nei percorsi di apprendimento specifico, alfabetizzazione e livelli superiori, del computer utilizzando attrezzature adeguate per non vedenti e software specifici. Lo scopo dell'iniziativa è quello di facilitare, attraverso l'uso PC, lo studio, l'accesso ai dati, la comunicazione, il rapporto dello studente con tutto ciò che concerne il suo percorso formativo.

Collateralmente all'area informatica lo studente può avvalersi del percorso volto all'acquisizione dell'autonomia attraverso specifici corsi di orientamento e mobilità. I corsi hanno lo scopo di rendere indipendente lo studente nei suoi spostamenti per e dall'Università e all'interno della sede in modo tale che possa partecipare alle diverse attività didattiche in piena autonomia.

Contesto Europeo

L'attuale situazione non può non tener presente che la realtà milanese in generale e l'Istituto in particolare sono collocati in un contesto europeo. L'esigenza di scambio e d'incontro con realtà similari che si occupano di minorazione visiva sono molto sentite portando il nostro Ente a farsi conoscere oltre i confini italiani attraverso la partecipazione a fiere dedicate all'handicap, a convegni e seminari specifici.

L'Istituto partecipa e collabora in progetti finalizzati dall'Unione Europea che hanno per tema il processo educativo dei disabili visivi sia per l'area del materiale didattico che per quello dell'approccio e dell'utilizzo dell'informatica fin dai primi anni della scuola primaria.

Sono stati condotti seminari e relazioni a Cracovia, in Polonia, a Marburg in Germania, a Tallin in Estonia, presso i rispettivi istituti per ciechi. L'Istituto di Milano, attraverso il settore tiflopedagogico, è stato presente a Dusseldorf, Germania, alla Fiera Reha con uno stand dimostrativo dei materiali didattici in rilievo, e a Londra per importanti meeting internazionali.